“Il cerchio delle mamme” e “Sogno progetto e creo”: i nuovi progetti della San Vincenzo a Meda

Incontri per mamme e future mamme e spazi per bambini e ragazzi perché possano ritornare a sognare

  •   21 Febbraio 2018

Un bisogno del territorio è diventato per la San Vincenzo di Meda un’opportunità.  Elisa Terraneo (educatrice) e Silvia Bianchi (ostetrica ed osteopata) avevano evidenziato l'assoluta mancanza di un “punto mamme” a Meda. Una carenza assolutamente da colmare. Ancor più laddove avrebbero potuto beneficiarne le mamme e le gestanti di cui la San Vincenzo si occupa.

Da qui la realizzazione del progetto "Il Cerchio delle mamme", il servizio che si rivolge gratuitamente alle mamme o future mamme indirizzate dalla San Vincenzo, ma aperto a tutte le donne che ne vogliano beneficiare. Gratuito per chi non può permetterselo e con un'offerta di € 5,00 a incontro da parte delle altre che possono sostenere tale spesa. E lo scopo del denaro così raccolto è di poterlo mettere a disposizione delle mamme o delle  gestanti che ne abbiano bisogno per ecografie, visite specialistiche e simili.

Il progetto prevede 16 incontri che si svolgono a Meda il mercoledì mattina dalle 9,30 alle 11,30 dal 14 febbraio al 30 maggio2018.

Ed ancora, il 13 Febbraio 2018 ha avuto inizio “Sogno, progetto e creo": una serie di appuntamenti settimanali per bambini e ragazzi dai 3 ai 18 anni.

Lucia Basile, volontaria e operatrice della San Vincenzo di Meda, in accordo con la Presidentessa Patrizia Candian, ha inaugurato all’interno della San Vincenzo un reparto di raccolta e distribuzione di abbigliamento, calzature, accessori e articoli per la scuola per i bambini dai 3 anni ai ragazzi di 18 anni le cui famiglie si trovano in difficoltà di tipo economico e sociale.

L’attività assidua e i frequenti contatti con le famiglie hanno portato alla luce un aspetto su cui Lucia si è soffermata: i bambini che vivono in famiglie con disagio di tipo economico e sociale sono spesso sfiduciati circa le proprie capacità. Sono bambini che purtroppo smettono di “sognare” a causa delle varie e complicate situazioni della propria famiglia, compromettendo non solo l’andamento scolastico, ma perdendo quella spensieratezza tipica dell’infanzia, atteggiamento che rischia di influenzare negativamente il loro futuro.

Da qui l’idea del progetto. Dedicare a questi bambini uno spazio per svolgere  attività strutturate di vario genere. L’obiettivo è quello di sviluppare la socializzazione e  il dialogo fra gli stessi bambini, la riflessione e una maggiore autonomia derivata dall’aver acquisito maggior fiducia, arrivando a poter gestire nel miglior modo le proprie emozioni.

Le attività hanno cadenza settimanale e prevedono la compresenza di due educatrici e un’animatrice. Si tratta di:

  • LETTURE di favole mirate per la riflessione e lo stimolo creativo, atte a sviluppare soprattutto l’immaginazione conducendo i bambini in luoghi e tempi lontani come per esempio le terre e la vita degli Indiani del Nord America, e , proprio come loro, tutti in cerchio, seduti, ad ascoltare le favole degli anziani che parlavano di “fratello orso” , dei bisonti… I bambini potranno immaginare di sentire il rumore del vento, il fruscio dei rami e delle foglie, lo scalpitio dei cavalli, sotto un cielo stellato e una luna piena…  Sentirsi parte della natura, ritornare in qualche modo a viverla, è basilare per poter sognare ancora e creare un mondo più vero.
  • ATTIVITA’ LUDICHE  come lo YOGA, allegro e semplificato per i bambini che potranno interpretare animali e situazioni di ogni genere, attraverso un’animazione creata dall’insegnante e dal supporto dell’animatrice.
  • DISEGNO per promuovere l’espressione interiore
  • MUSICOTERAPIA: momenti di rilassamento attraverso brani musicali che stimolino l’insorgere delle emozioni le quali verranno elaborate attraverso l’ausilio delle educatrici.
  • DANZA, attraverso particolari brani musicali, si proporrà ai bambini il ballo libero, come vera espressione di sé
  • GIOCHI di VARIO GENERE per l’infanzia nei momenti liberi
  • PAUSA con merende a base di succhi di frutta o frutta fresca e focaccine
  • SUPPORTO SCOLASTICO per curare in modo particolare la motivazione allo studio e alla ricerca, il rafforzamento della propria sicurezza e la fiducia nell’apprendimento.

Questo ciclo di attività si chiude il 26 Giugno 2018. L’appuntamento è per tutti i martedì a Meda!



Documenti allegati