Volontariato post-moderno. Da Expo Milano 2015 alle nuove forme di impegno sociale

Presentazione della ricerca sui volontari del Programma per Expo e per il Padoglione Europeo

  •   04 Ottobre 2016

"Volontariato post-moderno. Da Expo Milano 2015 alle nuove forme di impegno sociale" è il titolo dell'incontro che si terrà mercoledì 26 ottobre, dalle 17 alle 20, alla Sala delle Colonne di Banca Popolare di Milano, in via San Paolo 12.

Chi sono i volontari di Expo Milano 2015 e cosa li ha spinti a farsi coinvolgere in questa esperienza? Definiti “episodici” o “occasionali”, questi 6000 volontari sono testimonianza del diffondersi di una nuova forma di impegno sociale che si differenzia dal volontariato più tradizionale. Un impegno sociale più fluido, di breve durata e slegato da appartenenze associative.

Partendo dalla presentazione della Ricerca "Volontariato post-moderno. Da Expo Milano 2015 alle nuove forme di impegno sociale", curata da Maurizio Ambrosini e condotta da un’équipe di Ricerca di Università di Verona, Università di Pisa e Università Cattolica del Sacro Cuore, il convegno si interroga su quanto e come le esperienze di volontariato per grandi eventi o comunque occasionali possano rappresentare delle porte d’accesso verso forme di impegno sociale più strutturate e continuative.

Come il volontariato post-moderno può dialogare con il volontariato organizzato e le forme associative tradizionali? Come le associazioni possono incontrare e agganciare questi nuovi volontari, che pur iniziando in forma episodica potrebbero diventare nuove risorse anche per attività continuative e strutturate? Come il mondo politico e il mondo profit possono facilitare o incentivare la partecipazione, anche se occasionale, dei cittadini ad esperienze di volontariato e cittadinanza attiva? Nel corso del convegno, ne parleremo con esponenti del mondo universitario, politico, associativo e bancario.

Per partecipare è necessario registrarsi al form on line.